Milano: manifestanti No Green pass condannati a 8 mesi e 6 mesi di reclusione, uno ha patteggiato

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

È stato condannato a 8 mesi, con pena sospesa e non menzione, il 26enne arrestato durante la manifestazione No green pass dello scorso 2 ottobre con l’accusa di resistenza aggravata a pubblico ufficiale. Lo ha deciso stamane la giudice di Milano Maria Teresa Guadagnino, al termine del processo che si è svolto con rito abbreviato.  Il giovane, incensurato, che si trovava in carcere per via della misura cautelare perché non aveva una residenza fissa, è stato liberato. Sono atti riconducibili certamente alla resistenza a pubblico ufficiale – le parole del pubblico ministero che si è visto accogliere la richiesta di condanna a 8 mesi di reclusione – e rappresentano nei fatti il superamento di determinati comportamenti urbani che sarebbe stato giusto attendersi. Stamane un altro giovane arrestato lo scorso 2 ottobre e poi finito ai domiciliari, ha patteggiato una condanna a 6 mesi di reclusione. Oggi inizierà il processo per altri due partecipanti alla stessa manifestazione e che si trovano ora ai domiciliari.

Leggi anche:   Tamponi ai dipendenti: il costo per le imprese è insosteniibile, lo segnala Unimpresa