Tramvie e incidenti: Bosch Engineering sviluppa un sistema innovativo di assistenza alla guida

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Da Virgilio motori traiamo una notizia interessante. Guidare nel traffico urbano per i conducenti di tram significa incontrare infiniti possibili rischi di incidenti: ostacoli sui binari, automobilisti, ciclisti, motociclisti che passano vicini al veicolo o pedoni che attraversano distrattamente. E non è tutto, bisogna considerare anche le scarse condizioni di visibilità in caso di pioggia, neve o nebbia. Per fortuna gli incidenti gravi non sono molti, ma recentemente a Firenze qualche pedone investito ha riportato conseguenze che hanno richiesto il ricovero in ospedale.

Per questo Bosch Engineering ha sviluppato il Tram Forward Collision Warning, sistema di assistenza alla guida innovativo per i tram che, in caso di rischio di collisione, avvisa il conducente con un segnale. Se lui non interviene, il sistema frena automaticamente il tram fino ad arrestarlo per impedire o ridurre l’impatto. Heiko Mangold, responsabile ingegneria per il settore rail di Bosch Engineering, ha spiegato: La soluzione mira ad aumentare la sicurezza della circolazione dei tram nelle città per proteggere la vita delle persone ed evitare danni materiali sempre più frequenti che comportano costi elevati per i gestori delle reti di trasporto.

Il nuovo sistema innovativo, come tutte le soluzioni Bosch, è costituito da una telecamera multifunzione, un sensore radar e una centralina elettronica. La telecamera capta i limiti dei binari, i veicoli e le persone davanti al tram e comunica le informazioni al sensore radar in tempo reale. Le stesse confluiscono in un’immagine complessiva dell’ambiente circostante e così la centralina calcola il rischio di collisione, sulla base di queste informazioni e considerando la velocità del mezzo.

Il conducente riceve l’avviso di pericolo tramite un segnale acustico e un’indicazione visiva sul pannello di controllo. La funzione di frenata automatica parte se il conducente non si ferma, e rallenta il tram fino al suo arresto, con una decelerazione graduale, per proteggere anche i passeggeri a bordo. Il nuovo Tram Forward Collision Warning di Bosch riduce o evita totalmente incidenti e conseguenze gravi. Diminuiscono anche il numero di riparazioni necessarie, i guasti ai veicoli, e tutto questo giova a favore di un regolare servizio.

Il sistema è già utilizzato in circa 550 tram in 19 città in Europa e Australia, rendendo più sicuro il traffico stradale. A partire dal 2022 il sistema verrà utilizzato anche in Nord America.

Leggi anche:   Documento programmatico di bilancio: governo approva, totale 23 miliardi. Pensioni: da quota 102 a 104