Firenze, Mostra dell’Artigianato: online con Emporio Mida dal 24 aprile al 2 maggio

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Un evento che sfida la pandemia. L’edizione 2021 di MIDA – Mostra Internazionale dell’Artigianato si sposta in digitale mantenendo invariate le date classiche di svolgimento della manifestazione, dal 24 aprile al 2 maggio. L’evento si terrà su Emporio MIDA (emporiomida.mostrartigianato.it), la vetrina on line lanciata da Firenze Fiera nel giugno 2020 con l’obiettivo di sostenere 365 giorni all’anno le eccellenze dell’artigianato italiano e internazionale. favorendo il matching fra espositori, visitatori e buyer, con il supporto anche dei canali social della fiera (Facebook, Instagram e YouTube).

L’ammissione alla kermesse digitale è gratuita e riservata a tutti gli espositori già presenti alle ultime due edizioni di MIDA e ai nuovi artigiani che verranno selezionati mediante candidatura dal sito: www.mostrartigianato.it. Sarà un’edizione speciale, rivolta a quanti hanno a cuore la ripartenza e il futuro dell’artigianato, settore tanto ereditario quanto innovativo, da sempre fiore all’occhiello del made in Italy nel mondo, che ha risentito fortemente della crisi pandemica ed economica di questi tempi. In campo una selezione di artigiani d’eccellenza che presenteranno on line i loro manufatti, le loro creazioni più rappresentative e innovative, in attesa del ritorno alla fiera fisica che si svolgerà con tutta la sua forza attrattiva e carica emozionale nei padiglioni espositivi e nelle Sale Monumentali della Fortezza da Basso dal 23 aprile al primo maggio 2022.

Da sabato 24 aprile a domenica 2 maggio sotto l’egida di MIDA – 85^ Mostra internazionale dell’Artigianato il pubblico potrà registrarsi sul sito della mostra e partecipare gratuitamente ad un ricco palinsesto di eventi on line realizzati con la partecipazione di personalità del mondo delle istituzioni, delle associazioni e grazie a quegli operatori di cultura attivi nel campo della bellezza del ‘fatto a mano’. La piattaforma proporrà un caleidoscopio di incontri e convegni, mostre 4.0, visite guidate virtuali al ‘fortilizio mediceo’ e performance in bottega, eventi di approfondimento e intrattenimento in collaborazione con alcune delle principali istituzioni culturali del territorio.

Si intitola CRAFT 4.0 la mostra curata dal Dipartimento di Architettura – Design Campus dell’Università di Firenze che presenterà uno spaccato a 360° sugli scenari futuribili che nascono dall’incontro fra ‘fatto a mano’, design e tecnologie d’avanguardia, declinati su cinque categorie: Natura/Lavoro/Uomo/Patrimonio culturale/Community.

La Fortezza come non l’avete mai vista è l’iniziativa a cura di Firenze Fiera e l’Associazione Muse con visite guidate virtuali al fortilizio mediceo (dal 1978 sede espositiva della Mostra dell’Artigianato) che aprirà le sue porte per un racconto puntuale ed intrigante sulla storia del monumento, mostrando la bellezza anche dei suoi spazi più nascosti come i Sotterranei, il percorso che, con la ripartenza delle attività in presenza, sarà nuovamente visitabile per un’esperienza irripetibile all’interno delle viscere della Fortezza di San Giovanni.

Grazie alla collaborazione dell’Archivio della Regione Toscana, che metterà a disposizione alcuni pannelli fotografici del Fondo Archivistico dell’Ente Mostra Artigianato, sarà inoltre possibile ripercorrere alcuni dei momenti più significativi della mostra, dalle origini, nel marzo 1931, ai giorni nostri.

Fra le tante iniziative on line, acquista un valore culturale l’omaggio a due grandi artigiani fiorentini e storici espositori della mostra: Felice Botta, sensibile creatore di originali sculture in legno povero e materiali di recupero (come la facciata di Santo Spirito riprodotta in ogni foggia e colore, come pegno d’amore per la sua città dove era nato nel 1931) e Andrea Fedeli, terza generazione di una famiglia di restauratori, conosciuto in tutto il mondo per le sue importanti opere di restauro, tutela e valorizzazione di beni storico-artistici..

Leggi anche:   Fiorentina-Atalanta in diretta negli Usa, attraverso Abc e Mediacom

Da non perdere anche l’iniziativa curata da Jean Blancheart, dedicata a Philippe Daverio, storico dell’arte, saggista, divulgatore televisivo e fino alla sua scomparsa, nel settembre scorso, direttore scientifico della rivista Art & Dossier, da sempre sostenitore dell’importanza di un progetto culturale 8di educazione alla bellezza e all’unicità dell’artigianato artistico italiano come antidoto alla globalizzazione del terzo millennio.

Per mantenere sempre vivo il rapporto con le botteghe artigiane Emporio MIDA presenterà il progetto Performance in bottega che prevede la realizzazione di performance artistiche all’interno di altrettanti laboratori artigiani in città e nei comuni limitrofi. L’obiettivo è quello di creare una connessione esclusiva fra il mondo dell’artigianato e quello dello spettacolo e della musica, due settori fortemente colpiti dalla crisi economica. La prima performance con brani di musica classica sarà visibile su Emporio MIDA dal 24 aprile. Protagonisti alcuni fra i più accreditati maestri artigiani che duetteranno con musicisti ed artisti di fama nazionale ed internazionale. La programmazione si concluderà con uno spettacolare evento live nel ‘palcoscenico’ della Fortezza da Basso nell’aprile 2022.

Gilda Giusti