Pitti uomo 2021: in presenza l’edizione numero 100, a giugno

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Annuncio importante, e con scommessa sul futuro, da parte di Pitti Immagine: ossia il ritorno in presenza delle proprie fiere, con date e location delle prossime edizioni estive 2021. Pitti Uomo si svolgerà dal 15 al 17 giugno 2021 alla Fortezza da Basso di Firenze, dove si svolgerà anche Pitti Bimbo, dal 23 al 25 giugno 2021. Pitti Filati trasloca invece alla Stazione Leopolda, dal 30 giugno al 7 luglio, come Fragranze, che sarà dal 17 al 19 settembre alla Stazione Leopolda, infine Super sarà al Padiglione Visconti, a Milano, dal 23 al 26 settembre. Per Taste, sulla base del Dpcm appena emanato, è stata cancellata la data fissata (10-12 aprile) e spostato il salone a fine giugno.

«Mentre prosegue con ottimi risultati il lavoro sulla piattaforma digitale Connect – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine- che resterà online, con le collezioni invernali e gli eventi speciali, sino alla prima settimana di aprile, apriamo le iscrizioni al prossimo ciclo estivo con l’invio degli inviti ai nostri espositori, allo scopo di dare alle aziende riferimenti certi per la programmazione delle attività, ben consapevoli che da qui all’estate dovremo tutti seguire con attenzione l’evoluzione della situazione sanitaria. Saremo tempestivi in qualsiasi circostanza».

Così Pitti Uomo si prepara a festeggiare la 100/a edizione, a giugno, anche se ridotta a tre giorni. «Abbiamo deciso di portare Pitti Uomo da quattro a tre giorni – continua Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine – per venire incontro alle richieste di massima concentrazione ed economia delle spese che ci arrivano dagli espositori. Sul piano organizzativo e della sicurezza in Fortezza da Basso, come nelle altre sedi, siamo già preparati e ci stiamo coordinando con tutti i soggetti istituzionali (Comune, Regione, Ministeri) e privati (vettori, aeroporti, stazioni, alberghi etc.) coinvolti nell’attività fieristica complessiva. L’intero ciclo estivo sarà caratterizzato da una forte integrazione tra il formato fisico e quello digitale, cercando di sfruttare tutte le possibilità di ampiezza e profondità del servizio che essi offrono».

Gilda Giusti

Leggi anche:   Coronavirus in Toscana: 41 morti, oggi 7 aprile. La strage continua. E 937 nuovi contagi