Commissaria ue: due terzi dei migranti sono irregolari e non riceveranno asilo in Europa

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

«Attualmente oltre due terzi di chi arriva irregolarmente nell’Ue non sono rifugiati e le loro richieste di asilo verranno respinte. Penso che sia meglio rimandarli rapidamente e in modo umano nei rispettivi Paesi d’origine e aiutarli là a reintegrarsi». Lo sottolinea la commissaria europea agli Affari Interni Ylva Johansson, intervenendo on line ai Mediterranean Dialogues Rome 2020 organizzati dall’Ispi.

Anche l’Unione Europea, con gravissimo ritardo, scopre l’acqua calda, e caldeggia, in sostanza, i respingimenti osteggiati dalle sinistre e dalle Ong. Dimenticandosi di notare che, per ora, i clandestini restano tutti sul gobbo di Italia, Spagna, Grecia e, in misura minore, Malta.

«Sono essenziali procedure rapide – aggiunge la commissaria – per questo dobbiamo lavorare per rendere i rimpatri di coloro che non hanno diritto a restare nell’Ue veloci ed effettivi. Solo riducendo l’immigrazione irregolare nell’Ue potremo aumentare i corridoi per l’immigrazione legale e il reinsediamento, mandando un chiaro segnale anche ai trafficanti», conclude

Leggi anche:   Fiorentina: intesa per Kokorin, 29enne attaccante dello Spartak Mosca