Partita da Ponte Vecchio la marcia dei ristoratori contro Conte

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Quasi 200 persone su Ponte Vecchio a Firenze, con cartelli e striscioni, hanno partecipato alla manifestazione che dà il via alla ‘Marcia dei Ristoratori’ che, a piedi, dal capoluogo toscano raggiungerà Roma il 13 novembre.
Una marcia per portare al governo le richieste delle categorie più colpite dalle conseguenze della pandemia e del lockdown: ristoratori, ambulanti, artigiani, tassisti, Ncc e commercianti. La protesta è stata organizzata dal gruppo Ristoratori Toscana e da Tni, Tutela Nazionale Imprese, e si è aperta con un minuto di silenzio in ricordo del ristoratore che, il 22 agosto scorso, si è tolto la vita a Firenze per le preoccupazione sul futuro della sua attività: Un minuto di silenzio perché il sacrificio di Luca non vada sprecato, ha detto Pasquale Naccari, portavoce del gruppo Ristoratori Toscana. Alla manifestazione partecipa anche lo chef Gianfranco Vissani.

Leggi anche:   Firenze lavori: deviazioni e interruzioni di traffico nella settimana dal 12 aprile