africani sprovvisti di biglietto su bus non forniscono generalità. Portati in caserma da un militare della Gua rdia di Finanza

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Nei giorni scorsi, su un bus della TIEMME SPA tratta Colle Val d’Elsa –
Siena, due uomini di origini africane, sprovvisti di titolo di viaggio, al momento del passaggio del controllore si sono rifiutati di fornire le proprie generalità per la prevista comminazione della sanzione. Proprio dietro i due, era seduto un finanziere diretto in caserma, che, vista la situazione che aveva anche causato un forte ritardo sulla tabella di marcia della linea BUS, dopo essersi qualificato al controllore, lo ha invitato ad effettuare una fermata proprio davanti la caserma della Guardia di Finanza di Siena per l’effettuazione dei controlli di rito. I due, una volta in caserma, hanno continuato a a non voler fornire le proprie generalità, salvo poi, dopo diverso tempo, consentire ai militari di effettuare l’identificazione, all’esito della quale la loro posizione sul territorio dello Stato è risultata regolare. Al termine delle attività, le generalità dei due soggetti sono state fornite al personale della TIEMME SPA per le sanzioni previste.

Leggi anche:   Coronavirus: sono ormai oltre 42 milioni i casi di contagio in tutto il mondo