Scuola nel caos, Azzolina: «Lezioni a distanza una volta la settimana»

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Hanno gettato il panico fra gli studenti delle superiori, le parole della ministra Lucia Azzolina, pronunciate al microfono di UnoMattina, oggi 31 luglio: «A settembre dobbiamo tornare tutti a scuola in presenza. La didattica digitale è stata pensata per le scuole superiori e si può prevedere anche per un giorno a settimana, ma è un esempio e comunque sarebbe solo per ragazzi dai 14 anni in su».

Ancora la Ministra: «In un Paese civile i concorsi andrebbero fatti ogni due anni, come succede in Europa. Il nostro obiettivo è svolgere questi concorsi e programmare il fabbisogno. Il concorso straordinario è per 32mila posti e verrà fatto a breve, entro la prima settimana di ottobre o giù di lì. E’ importante perché darà stabilità ai nostri docenti e ai nostri studenti».

E infine: «Ci vorranno tanti supplenti in più e quindi tanti investimenti. Nel decreto rilancio un miliardo di euro andrà ai supplenti: sia al personale docente sia al personale Ata. Si tratta di una prima tranche, con lo scostamento che abbiamo votato avremo ulteriori fondi. Avremo all’incirca più 50mila insegnanti e personale Ata, potremmo chiamarlo personale Covid ma spero che a lungo andare possa servirci per ridurre l’affollamento delle classi e le classi pollaio».

Gilda Giusti

Leggi anche:   Beirut: esplosioni come a Hiroshima. Oltre 50 morti e circa 3mila feriti. Anche soldati italiani