Coronavirus: droni per i controlli della Polizia municipale. Multato chi prendeva il sole all’Albereta

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Controlli dall’alto per individuare chi sfugge alla regola di non andare in giro durante l’emergenza coonavirus. Sono iniziati a Firenze i controlli
sul rispetto delle misure di contenimento del Covid-19 con l’utilizzo dei droni. Si tratta di uno degli elementi previsti nell’ambito del potenziamento delle verifiche della Polizia Municipale nel
finesettimana di Pasqua e Pasquetta. Oggi, 10 aprile, uno degli apparecchi è stato usato per individuare eventuali assembramenti o persone in zona non consentire.

Come previsto dalla prefettura, infatti, al pilota viene affiancato personale della Polizia Municipale per poter intervenire in tempo reale. Oggi pomeriggio il drone e stato utilizzato per controlli nei parchi dell’Albereta e Anconella (dove è stata sanzionata una persona sorpresa mentre prendeva il sole), e ancora dell’Argingrosso comprese le sponde sia nel primo che nel secondo tratto, quello verso il Viadotto dell’Indiano. Qui gli agenti hanno individuato e multato una persona in bicicletta senza motivo in strada. Per quanto riguarda il rafforzamento dei controlli, domani, 11 aprile, e nei giorni successivi è previsto l’impiego di ulteriori 50 pattuglie (pari a 100 agenti) che si aggiungono al personale dedicato alle verifiche del rispetto delle misure Covid-19 sia sulle persone che sulle attività commerciali. Nei prossimi giorni saranno nuovamente utilizzati i droni e, insieme alla Polizia Stradale, saranno effettuati controlli mirati agli spostamenti fuori città (in particolari verso le seconde case al mare o in montagna) con pattuglie presenti ai caselli autostradali e agli ingressi delle Strade di Grande Comunicazione.

Gilda Giusti

Leggi anche:   Coronavirus in Toscana: 5 morti (età media di 83,8 anni), oggi 18 maggio. E 13 nuovi contagi