Startup PlayWood punta agli smart worker e crea arredi per lavorare da casa

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

foto archivio

AGIPRESS – Per le startup l’effetto Coronavirus assume caratteristiche molto pesanti. È anche vero però che è nella natura delle startup prendere decisioni veloci per adattarsi al volo ai cambiamenti in corso. E’ il caso di PlayWood, giovane azienda emiliana che produce connettori rivoluzionari per creare linee di arredamento a basso impatto ambientale e senza ricorrere a viti e bulloni. «Il sistema di assemblaggio PlayWood consente di montare e rimontare arredi per case, uffici e fiere, riutilizzandoli a volontà e sempre in combinazioni differenti». Racconta in una nota Stefano Guerrieri, co-founder e Ceo di PlayWood. «Tuttavia, in questo periodo, con tutti gli uffici chiusi e tante persone che lavorano da casa, abbiamo deciso di concentrarci sulla finalizzazione della nostra linea Karya Desk, una scrivania e una serie di accessori destinati proprio agli home worker e ai liberi professionisti. Dietro questo progetto ci sono due anni e infinite notti di lavoro, ma vista l’emergenza, abbiamo accelerato i tempi rendendo subito disponibile il prodotto in prevendita».

Leggi anche:   Imprese termali, necessarie misure strutturali a sostegno del settore