Coronavirus: oltre 60.000 vittime nel mondo, 11.744 in Spagna, 4.313 nel Regno Unito, 1.158 in Germania

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Sono 60.115 le vittime del coronavirus in tutto il mondo, secondo i dati raccolti dalla Johns Hopkins University. Italia, Usa e Spagna sono i Paesi più colpiti per numero di morti.

Nuovo record di 708 morti in più in 24 ore negli ospedali del Regno Unito per coronavirus (contro i 684 indicati ieri), secondo gli ultimi dati aggiornati del ministero della Sanità britannico diffusi oggi. I decessi totali registrati salgono a 4.313, mentre i contagi passano da 38.168 a 41.903, con un incremento giornaliero di poco più di 3700 inferiore rispetto ai 4.450 di ieri. I test eseguiti nel Paese toccano infine i 183.190, con un ritmo quotidiano che scende seppur di poco sotto quota 10.000.

Il governo spagnolo, Paese dove ci sono stati 11.744 decessi, ha deciso di prorogare di due settimane, fino al 26 aprile, le misure restrittive introdotte per contrastare la diffusione del coronavirus. Lo scrive El Pais. Il premier Pedro Sanchez ha preso la decisione dopo aver consultato il comitato scientifico responsabile per analizzare i dati sull’evoluzione dell’epidemia. E’ la terza proroga di 15 giorni cui fa ricorso Madrid e anche in questo caso il provvedimento è soggetto all’approvazione del Congresso.

E’ salito a 1.158 il numero delle vittime da coronavirus in Germania, dopo i 141 decessi registrati nelle ultime 24 ore. Il bilancio è stato fornito dal Robert Koch Insititute, secondo cui al momento si contano 85.778 casi, con un aumento del 7% da venerdì a oggi.

Leggi anche:   Borgo San Lorenzo (Fi): 16 indagati e 9 provvedimenti cautelari per spaccio stupefacenti