Bce: Lagarde propone coronabond una tantum. Olanda e Nord Europa: no più timido

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPrint this pageEmail this to someone

Christine Lagarde rilancia, con forza, l’ipotesi di coronabond. Olanda e Paesi del Nord Europa cominciano a vacillare. L’idea, naturalmente, ha suscitato l’apprezzamento di molti Paesi, non solo quelli del Sud Europa. «Dovremmo pensarci seriamente, accanto all’uso degli strumenti del Mes», avrebbe detto Lagarde sottolineando che l’emissione sarebbe rigorosamente una tantum.

La presidente della Bce non sarebbe entrata nei dettagli della proposta non indicando nè l’importo dell’eventuale emissione, nè le modalità legali. La Bce non ha voluto commentare l’indiscrezione. I ministri finanziari hanno invece espresso un ampio sostegno per la possibilita’ che il Mes utilizzi linee di credito precauzionali, del valore di circa il 2% del Pil di ciasun paese, agli stati membri che chiedessero un tale cuscinetto di sicurezza. La linea di credito del Mes consentirebbe ai governi di continuare a finanziarsi sui mercati a tassi bassi e aprirebbe la strada all’acquisto illimitato di obbligazioni della Bce nell’ambito del programma Outright Monetary Transactions (Omt), se necessario.

Ernesto Giusti

Leggi anche:   Fiorentina, Chiesa: «Allenamento smart working come vuole Iachini. Stiamo tutti a casa»